contatore stats Paola: «La mia vita legata ad una "sacca" di sangue: donare è importante» | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

Paola: «La mia vita legata ad una “sacca” di sangue: donare è importante»

 
Paola, 38 anni e una vita meravigliosa da vivere, si ritrova all’improvviso a combattere con una brutta realtà: la sindrome di Moschcowitz. A salvarla l’amore e l’affetto degli amici che senza esitare hanno donato il sangue per aiutare “un cuor di leone”, oggi testimonial di quanto sia importante donare per salvare vite umane
 

Sangue-infetto-735x400
 

COSENZA – “Serve urgentemente sangue, chiunque può lo doni presso il centro trasfusionale dell’ospedale di Cosenza”. Era il 9 gennaio quando intorno alle 10 del mattino su Facebook inizia un tam tam di richiesta di sangue. Più persone, associazioni pubblicano la richiesta di sangue. In più bacheche si legge lo stesso messaggio. Qualcosa è successo. Messaggi privati, chat su whatsapp, telefonate. Inizia la corsa contro il tempo perchè nessuno conosce la gravità della richiesta, ma si capisce che bisogna fare presto.
 

Per i primi 45 minuti probabilmente a Cosenza si parla solo di trovare donatori. Non c’è molta disponibilità di sangue e non è facile trovarlo. Ma a chi serve? Sergio Crocco della Terra di Piero scrive in un post “Vi faccio una preghiera accorata. Per una nostra grande amica (per me è una sorella) serve URGENTEMENTE sangue da donare presso il Centro trasfusionale dell’Ospedale Annunziata di Cosenza. E’ un problema serio, non siate indifferenti”.
 

Nel frattempo iniziano a giungere le prime notizie per ricostruire un puzzle a cui mancano davvero troppe tessere. “Ciao, scusami, ma sai dirmi cosa sta succedendo? Abbiamo ricevuto sulla chat un messaggio di Paola: “Ragazzi, sono in ospedale, mi hanno trovato una malattia del sangue. Non vi allarmate ma mi serve sangue” . Paola…Paola chiede aiuto ma non sappiamo altro e cerchiamo di capire dove sia, in quale reparto e soprattutto che sta succedendo. Ma chi è Paola?CONTINUA A LEGGERE SU QUICOSENZA
 

Comments are closed.