contatore stats Cittadini di Montalto esasperati per la situazione dell’acqua | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Cittadini di Montalto esasperati per la situazione dell’acqua

acqua sporca

 

Servizio idrico a singhiozzo, ormai, da mesi e, quando arriva, l’acqua è torbida. Sono esasperati i cittadini della zona valliva montaltese, che da giugno stanno cercando di gestire l’assenza di acqua. Turnazioni che non riescono a fornire l’intero territorio, poca pressione nell’erogazione e, pure, l’acqua sporca: gli abitanti sono, quindi, sul piede di guerra e pretendono di essere ascoltati da chi siede nel Palazzo comunale. È una storia che si ripete: l’acqua non c’è per intere giornate e, quando arriva, scorre marrone. E quello di ieri sera e stamattina è soltanto l’ultimo degli episodi di un problema che, però, a Montalto è rimasto irrisolto da anni.

 

L’acqua torbida che scorre dai rubinetti, in particolare nelle zone di Sant’Antonello, Settimo e Taverna, è una questione con cui i residenti lottano da tempo. Quest’estate però è diventata ancor più inaccettabile, perché sommatasi all’assenza di acqua ha reso, praticamente, inutilizzabile il servizio idrico. Gli abitanti si lamentano, chiedono spiegazioni e implorano interventi: lo fanno per telefono, andando in Comune e, soprattutto, su un gruppo Facebook nato ad hoc per segnalare i problemi della cittadina. È proprio lì, sulla piattaforma social, che qualche volta risponde il vicesindaco, anche assessore alla manutenzione, Biagio Faragalli che, però, a dire dai montaltesi «ha sempre una scusa pronta per giustificare quella che, invece, è una loro mancanza».

 

Insomma, poca acqua e sporca: rotture improvvise, lavori di ripristino che durano a lungo e l’ira degli abitanti che aumenta giorno dopo giorno. E lo sanno: con l’inverno la situazione migliorerà, ma il problema dell’acqua marrone non tarderà a ripresentarsi?. Poi d’estate ritornerà tutto come prima: senza acqua per intere giornate e, quando torna, quel filino sarà sporchissima.

 

 

 

 

Fonte: Quotidiano del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.