contatore stats La proposta per incentivare le adozioni | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

La proposta per incentivare le adozioni e abbattere i costi del canile

Cosenza 10/06/2015 di Edvige De Rose

Lotta al randagismo con sgravi fiscali e incentivi sulle adozione, questa è la proposta di Buongiorno Cosenza.

canile

Sempre più amministrazioni comunali, in Italia, stanno avviando progetti di sgravi fiscali e agevolazioni a fronte di adozioni di cani da canili. Ci ha pensato il Comune di Arezzo che per l’anno 2015 ha proposto degli incentivi per i cittadini che adottano un ospite del canile comunale di La Cella. L’iniziativa prevede la sterilizzazione gratuita dei cani di sesso femminile, una visita sanitaria di pre-adozione, l’applicazione del microchip, una visita sanitaria e una vaccinazione gratuita presso il canile comunale per i successivi tre anni dall’adozione. Queste le agevolazioni per chi adotta un cane di proprietà del Comune, aiutando uno dei tanti sfortunati detenuti.

Arezzo non è l’unico comune, altre amministrazioni hanno preceduto il modello aretino, con iniziative anche più importanti, Savona nel 2009 aveva approvato un regolamento per la concessione di contributi per l’adozione di cani randagi ricoverati presso il canile municipale. Garantendo naturalmente cure adeguate e un corretto trattamento, nonché la disponibilità ad eventuali visite senza preavviso degli uffici comunali preposti. I progetti sono davvero tanti, spulciando i siti di diverse amministrazioni comunali scopriamo così che buona parte di esse, da nord a sud, senza distinzione alcuna, applicano questi tipi di agevolazioni. La logica di queste iniziative è quella di svuotare il più possibile i canili, dove i nostri amici a quattro zampe non vivono come potrebbero vivere presso una famiglia e di abbattere i costi per il sostentamento dei cani: se da un lato si mira ad assicurare migliori condizioni di vita ai cani abbandonati e recuperati, dall’altro, si punta a produrre un risparmio economico per le casse comunali.

Ci hanno pensato tanti comuni, dunque, che ci pensi, a questo punto, anche il comune di Cosenza offrendo agevolazioni, sgravi e quant’altro possa invogliare efficacemente l’adozione dei randagi dei canili.

Noi di Buongiorno Cosenza, attesi i tanti esempi sparsi qua e la nella penisola, siamo certi che la via delle agevolazioni possa costituire un buon viatico per incrementare il numero di coloro che si prendono cura dei randagi e degli abbandonati, e confidiamo che il nostro consiglio verrà preso in debita considerazione da chi ha la responsabilità di un settore così delicato convinti come siamo che amministrare in primo luogo significa ascoltare. Lo afferma in una nota stampa Edvige De Rose, di Buongiorno Cosenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.