contatore stats La dura recensione di Alda D'Eusanio su un negozio di Cosenza | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

consigliata da tuttocosenza

La dura recensione di Alda D’Eusanio su un negozio di Cosenza

 
Screenshot_20170920-202939~2
 

  1. renato says:

    brava la maggior parte sono tutti uguali… gentilezza e educazione non sanno cosa siano questo nella maggior parte dei negozi di cosenza e provincia . poi se se proviad entrare quando mancano 10 minuti all’una non ne parliamo proprio…

    • Marcello says:

      Ma chi cazzo sei per parlare male dei negozi di cosenza, per un filo d’erba non si può fare un fascio, vedi che anche a me è capitato a ROMA di trovare una commessa scorbutica, e sappilo tutto il mondo è paese.

  2. Salvatore says:

    L educazione è al primo posto, ma sentirei anche l’ altra campana, non sarà’ questo il caso ma molti vip devono scendere dal piedistallo.

  3. Anonimo says:

    Pertanto se nn viEni più nella città bruzia staremo meglio Rena

  4. Cinzia says:

    Mi spiace per la Sig.ra Alda. Posso assicurarle che negli altri negozi di C.so Mazzini e limitrofi sono tutti educati e professionli. Non bisogna mettere in rilievo solo il caso RARO ma esaltare anche i tanti commessi educati.
    Grazie.

  5. Anonimo says:

    Sono pienamente d’accordo in molti negozi non conoscono gentilezza!!!!!

  6. Ma chi cazzo sei per parlare male dei negozi di cosenza, per un filo d’erba non si può fare un fascio, vedi che anche a me è capitato a ROMA di trovare una commessa scorbutica, e sappilo tutto il mondo è paese.

  7. Adele says:

    per non parlare dei Bar quasi la totalità ha il servizio igienico guasto, fuori servizio, o se non sei clienti o non consumi non puoi usufruire del servizio ed il Comune che fa? Per la gentilezza del personale e’ meglio non esprimermi non è obbligato nessuno a svolgere un lavoro se non gli è di gradimento e non è colpa del cliente se il lavoratore è trattato male o non riceve una giusta paga.

  8. Marlon Brando says:

    L’educazione è al primo posto, a pari merito della grammatica… “è da donare” è offensivo per il genere umano.

  9. Anonimo says:

    Cosa ti vuoi aspettare dai commercianti e da chi lavora nei vari negozi di Cosenza??La maggior parte non sa neanche che cosa sta vendendo e chi ci lavora non lo fa con piacere…ma solo per quattro soldi!!!Per vendere qualcosa devi essere preparato in quel settore….ma Cosenza è provincia preparazione uguale a zero in ogni settore