contatore stats IL QUARTIERE NEI PRESSI DELLA MADONNINA È UNA STRADA DISSESTATA SENZA NÈ LAMPIONI, NÈ METANO | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

IL QUARTIERE NEI PRESSI DELLA MADONNINA È UNA STRADA DISSESTATA SENZA NÈ LAMPIONI, NÈ METANO

COSENZA – Gli abitanti di contrada Pulice e via dell’Accoglienza, sono stanchi di non aver servizi e dover continuare a pagare le tasse.

“Nel 2013 e’ stata stipulata una convenzione tra Comune di Cosenza ed Anas – spiegano in una lettera i residenti – che prevede la sistemazione dell’intera area (via dell’Accoglienza – parcheggio – zona Anas) da realizzarsi in tre fasi: realizzazione di strada parallela all’asta di raccordo autostradale (prima fase); realizzazione secondo tratto della strada parallela all’asta di raccordo autostradale fino alla clinica Madoninna (seconda fase); sistemazione superficie antistante lotto Anas (terza fase).

E’ inutile sottolineare che al momento tutto tace, ma di più, da allora, la strada che per uno strano scherzo del destino si chiama via dell’Accoglienza, è stata completamente abbandonata, le buche presenti sul manto stradale hanno raggiunto dimensioni tali che risulta problematico persino entrare ed uscire di casa. La convenzione stipulata prevede di completare i lavori entro 5 anni ma il primo è passato senza neanche l’idea dei lavori. Inoltre il viale che oggi collega le abitazioni di contrada Pulice\via dell’Accoglienza non è sufficientemente largo per due auto, non è illuminato (creando gravi problemi di viabilità e di sicurezza) ed inoltre nel pieno centro di Cosenza le nostre case non sono ancora raggiunte dalle tubazioni del gas metano. Alle nostre richieste presentate sia a Italgas che al Comune è stato sempre risposto che non sono previsti accordi di nessun tipo tra Comune e Italgas.

Come dire le tubazioni non arriveranno mai alle nostre case salvo pero’ leggere sul sito del Comune che per i cittadini di Gergeri è prevista la metanizzazione. La comunicazione ufficiale del sindaco risale al 30 Maggio e smentisce non solo a parole, ma fattivamente quanto sostenuto sia da Italgas che dal Comune che dichiarano di aver firmato una convenzione per la gestione della distribuzione del metano. Visto che è prossima la scadenza della II rata della TASI, tassa sui servizi indivisibili come illuminazione pubblica e manutenzione delle strade rivolgiamo un accorato appello al sindaco Occhiuto, al quale chiediamo di intervenire urgentemente per riconoscere “servizi fondamentali” quali strada d’accesso, illuminazione, metano, anche a quelli che fino ad oggi sono stati considerati cittadini di serie B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.