contatore stats Il Comune di Cosenza riqualifica l’area del Parco Carlo Levi grazie al protocollo con l’associazione “La Terra di Piero” | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Il Comune di Cosenza riqualifica l’area del Parco Carlo Levi grazie al protocollo con l’associazione “La Terra di Piero”

Cosenza : l’associazione “La terra di Piero” sostenerà la realizzazione di un parco giochi per consentire ai piccoli con diverse abilità, ai loro genitori e ai loro amichetti normodotati di giocare insieme.

ImmagineLa Giunta comunale ha approvato il progetto di riqualificazione del parco “Carlo Levi”. Un’iniziativa particolarmente significativa e di grande valenza sociale, che ha a monte un protocollo di intesa con l’associazione “La Terra di Piero”, nata nel 2011 in ricordo di Piero Romeo, leader della tifoseria rossoblu ma soprattutto missionario per vocazione, un uomo che dedicò la sua vita ad aiutare il prossimo. Tra i suoi progetti l’associazione pensa subito alla realizzazione di un parco giochi attrezzato per i bambini diversamente abili. L’idea viene sposata dall’Amministrazione comunale che individua l’area su via Misasi, in prossimità di Santa Teresa. Oggi l’atto formale che dà il via libera alla riqualificazione, con tutti gli interventi necessari all’adeguamento funzionale e alla totale accessibilità.
Nello stesso atto la Giunta ha approvato anche la convenzione con l’associazione “La terra di Piero” che, a titolo gratuito, si fa carico della progettazione del parco, affidata agli architetti Sergio De Luca e Paola Giuliani, e della fornitura e posa in opera dei giochi. Un parco inclusivo, che contribuirà ad avviare un sano processo di integrazione e di uguaglianza. Un esempio di civiltà, di inclusione sociale e di pari opportunità. Unico nel Mezzogiorno. Abbattimento totale delle barriere architettoniche, rampe di accesso, percorsi per bambini ipovedenti, altalene adatte ad ospitare le sedie a rotelle, percorsi tattili, orti sospesi, scivoli e tanto altro. Tutto questo per consentire ai piccoli con diverse abilità, ai loro genitori e ai loro amichetti normodotati di giocare insieme.
Per sostenere questa iniziativa, lo ricordiamo, è nata l’anno scorso la commedia “Conzativicci” di Sergio Crocco, grande amico di Piero, portata in scena da trentatré attori non professionisti che, ovunque l’abbiano rappresentata, hanno ottenuto il sold-out e finalizzato l’incasso al progetto del parco giochi. L’ultima replica, la diciottesima, è stata a settembre scorso allo Stadio San Vito.
Anche grazie alla generosità dei tantissimi spettatori che hanno riso con “Conzativicci” il parco giochi che, realizzato, prenderà il nome di Parco Piero Romeo, sta per vedere la luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.