contatore stats Heather Parisi racconta le sue origini cosentine | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Heather Parisi racconta le sue origini cosentine

heather-parisi

 

«Anche lui era Francesco. Almeno fino a Staten Island e poi da lì Frank, come per dire che da lì inizia una vita nuova in un mondo nuovo. Grazie a tutti i Francesco che sono diventati Frank». Lo scrive Heather Parisi nella prefazione a un libro di qualche anno fa, “Maccaturo” di Mariaceleste de Marino, che descrive le storie di tanti connazionali partiti, decenni fa, per la terra promessa. Un’amicizia insolita, quella tra la giornalista e la show girl, nata per un suono, la pronuncia in perfetto americano del nome di Heather, in un periodo, quello di Fantastico, in cui le richieste di interviste fioccavano e anche una piccolezza come questa, poteva fare la differenza tra accettare o negare. L’incontro sancì la nascita di un’amicizia e quando, a distanza di anni, la De Marino chiese alla Parisi di scriverle la prefazione al libro, lei accettò.

 

E in quelle poche righe, venne fuori la parte più intima della ballerina. Tra gli emigrati, le cui vicende sono narrate nel libro, la Parisi riuscì a cogliere storie simili a quelle di suo nonno Frank, che prendeva la piccola Heather Elisabeth sulle ginocchia e le raccontava del suo piccolo paese, Terravecchia in Calabria, le raccontava di quei luoghi, di quella gente, del piacere che si trova nel sacrificio e nel coraggio. Da quel nonno tenero e tenace Heather Parisi ha ereditato la testa dura tipica dei calabresi, il talento, invece, lo ha trovato nel suo Dna, le occasioni gliele hanno regalate l’America e l’Italia, mentre l’irriverenza era già nella sua personalità.

 

E dopo anni di assenza, la ballerina icona degli anni Ottanta televisivi tornerà in Italia, dalla sua casa che ormai è in quel di Hong Kong, per rivaleggiare, ma solo per esigenze di copione, con l’altro simbolo televisivo di quegli anni, Lorella Cuccarini. Tornano in tv, insieme, grazie alla caparbietà di un altro calabrese, Lucio Presta, agente e produttore televisivo che nei mesi scorsi è volato fino in Cina per convincere l’amica di antica data a partecipare ad uno show dai contenuti ancora top secret. C’è di certo che Veronica Peparini, coreografa di talento ed energia, ha già selezionato i ballerini in un casting molto partecipato.

 

E tra loro ci sarà anche Gianluca Lanzilotta, talento calabrese. C’è di certo che gli autori Marco Salvati e Sergio Rubino sono già al lavoro da mesi per confezionare una sceneggiatura su misura per loro e c’è di certo che le puntate saranno due, il 13 e il 14 dicembre, su Rai1. Per il resto “La mia nemica amatissima” è annunciata sulle pagine Instagram della Parisi con un singolare count down, con selezioni di immagini sul contrasto dell’essere diversi, che non vuol dire necessariamente non poter convivere, alternate alle foto dei suoi figli gemelli, spesso in posa già da vere star. La Cuccarini, invece, si è già vista in studio, alle audizioni per i ballerini, anche se in questi giorni è impegnata nelle ultime revisione del suo primo libro “Ogni giorno il sole. La vita e la filosofia del mezzo pieno”, edito da Piemme Mondadori, in uscita a novembre. Per ora, i contatti tra le due protagoniste sono affidate a Skype, ma tra qualche settimana si farà sul serio, non più in streaming, ma con talento e sudore, in sala prove.

 

 

 

 

Fonte: Il Quotidiano del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.