contatore stats Cosenza, Occhiuto: “Il turismo è la chiave di sviluppo per la città” | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Cosenza, Occhiuto: “Il turismo è la chiave di sviluppo per la città”

“Ogni quartiere cittadino avra’ i suoi mercatini perche’ e’ necessario riportare in ogni quartiere funzioni e servizi”. Lo ha detto questo pomeriggio Mario Occhiuto nel corso di un incontro presso la sede cosentina di ‘Coldiretti Calabria’.
 
mario-occhiuto-orizzontale

 

Il candidato a sindaco del capoluogo bruzio – si legge in una nota il candidato a sindaco di Cosenza – si e’ soffermato sull’esigenza di creare nei vari rioni attivita’ commerciali che ne rilancino la vitalita’.
 

“Ho in mente – ha dichiarato Occhiuto – di far nascere piccoli mercatini o rilanciare quelli gia’ esistenti in zone come l’Arenella, la Villa Nuova e via degli Stadi”. Un discorso piu’ approfondito e’ relativo poi alla volonta’ di riportare il mercato ortofrutticolo a Vaglio Lise, nell’ultimo lotto di via Popilia. “A tal riguardo, esiste gia’ – ha affermato l’esponente politico – – un accordo sottoscritto con le Ferrovie riguardo l’ex scalo commerciale dove ci sara anche un’area ad hoc dedicata proprio ai coltivatori diretti.
 
Queste idee, inserite nel programma politico-amministrativo, vanno inquadrate nel progetto complessivo di Occhiuto relativo alla rigenerazione sociale. “Ma la chiave di sviluppo – ha dichiarato ancora l’ex primo cittadino ospite dell’associazione di categoria – passa soprattutto dal passaggio che Cosenza deve fare da citta’ a vocazione commerciale a citta’ dalla forte connotazione turistica”.
 
Dove vanno individuate le principali funzioni turistiche?
“Nelle nostre radici identitarie”, ha spiegato il sindaco uscente. E’ per tale motivo che oggi pomeriggio di fronte alla platea dei coltivatori diretti ha anticipato un progetto che conduce a Donnici, con un percorso specifico di enogastronomia: “Nell’ottica di una Cosenza citta’ turistico-culturale – ha aggiunto – immaginiamo di valorizzare anche Donnici attraverso itinerari pensati per i visitatori. I turisti che arrivano dovranno essere accolti da una struttura naturalistica in legno che – ha concluso Occhiuto – segna il benvenuto indirizzando al giro delle cantine dove fare degustazioni con i vini del luogo e i prodotti tipici”.
 
fonte:Weboggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.