contatore stats Cosenza, il Mab “raddoppia”. Ma Bilotti lo sa? | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Cosenza, il Mab “raddoppia”. Ma Bilotti lo sa?

Il Lupo della Sila di Mimmo Rotella

Il Lupo della Sila di Mimmo Rotella

Ancora una volta il Mab cosentino si ritrova al centro di “una polemica” o, probabilmente solo di un chiarimento che, in ogni caso lascia molto spazio a dubbi, commenti e interrogazioni al sindaco Occhiuto. “Ogni opera d’arte non è tale se non ha una sua copia” avrà pensato l’Amministrazione comunale che, ha deciso di «promuovere al massimo la conoscenza delle opere costituenti il Museo all’Aperto Bilotti, anche attraverso la fedele riproduzione in scala delle statue componenti il Mab».

Tanto si legge nella determina dirigenziale, settore cultura, per la fornitura in fedele scala di ben 40 statue componenti il Museo all’aperto, che ha suscitato non poca curiosita nell’ex candidato a sindaco della città dei Bruzi Sergio Nucci, sulla “paternità” delle opere che potrebbe scatenare l’ira dei Bilotti se questa “promozione che dovrebbe essere utilizzata come pregiato omaggio per ospiti di riguardo”, non fosse stata, da questi ultimi, autorizzata. Decisione questa che, in un momento di forte crisi economica per le casse comunali le svuoterebbe, ulteriormente, di ben 21.960 euro, tanto l’offerta presentata da una delle cinque ditte che hanno partecipato all’avviso pubblico, risultata poi aggiudicataria. Le opere di casa Bilotti sono state donate al Comune, ma c’è bisogno di un’autorizzazione? O qualcuno ha voluto essere padre – padrone? Nucci da canto suo ha deciso di “interrogare” Occhiuto su una vicenda che, secondo il consigliere comunale potrebbe annoverarsi «nell’approssimazione e la non conoscenza delle leggi che sembrano regnare sovrane a Palazzo dei Bruzi. Stavolta la gaffe – secondo Nucci – riguarderebbe la decisione dell’amministrazione di realizzare (e prontamente pagare) le riproduzioni delle opere del Mab per la modica cifra di 21 mila euro. Non sono bruscolini – continua l’ex candidato a sindaco – soprattutto se corrisponde al vero la notizia che la riproduzione non sarebbe stata autorizzata dai titolari dei diritti delle opere. Ed è qui che comincerebbero i guai: più di quaranta milioni delle vecchie lire per le riproduzioni, cui si aggiungerebbe la beffa della loro distruzione da parte delle autorità competenti se l’attività non fosse stata preventivamente autorizzata dai titolari dei diritti delle stesse, ed in ultimo un’eventuale azione risarcitoria di colui o coloro dovessero sentirsi danneggiati da tale iniziativa. Ora – conclude Nucci -non ci resta che attendere la risposta dell’amministrazione Occhiuto…. e vedere cosa tireranno fuori dal cilindro».

Deborah Furlano

fonte : http://lorasiamonoi.wordpress.com/2014/05/10/cosenza-il-mab-raddoppia-ma-bilotti-lo-sa/#more-1391

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.