contatore stats Asp Cosenza, appalto per la coop "gentiliana" | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Asp Cosenza, appalto per la coop “gentiliana”

Il commissario Filippelli estende il rapporto con la Seatt, al costo di 405mila euro. La società gravita nell’orbita di Gianfranco Ponzio. Storico collaboratore dei due politici 

asp

COSENZA Cambia il governo regionale, cambia il management sanitario, cambia tutto ma non cambia mai nulla. Soprattutto all’Asp di Cosenza, dove i fratelli Gentile continuano a imporre la loro “presenza”. Inscalfibili anche di fronte allo spoil system del governatore Oliverio. Una deliberazione dello scorso 1 aprile conferma che il passato si fonde col presente, che il tempo, nella sanità bruzia, è sempre fermo. L’ha firmata il commissario straordinario (scelto da Oliverio) dell’Azienda, Gianfranco Filippelli (stesso nome di battesimo del predecessore e fedelissimo dei Gentile, Scarpelli), che ha affidato alla cooperativa Seatt la gestione dei servizi relativi agli archivi telematici, alle prenotazioni delle prestazioni sanitarie, al call center telematico (Cup) e alla riscossione dei pagamenti per i ticket. È uno dei primi atti ufficiali di Filippelli. Si tratta di una estensione del rapporto precedente che riguarda il primo quadrimestre 2015, per una spesa che raggiunge i 405mila euro. È, in sostanza, un piccolo rinnovo, visto che la Seatt di Rende, in seguito a procedura ristretta, aveva già avuto in affidamento – dall’altro Gianfranco, Scarpelli – gli stessi servizi a partire dall’agosto 2012, per un costo complessivo annuo di 829mila euro. La storia adesso si ripete.

La Seatt è una coop che da sempre gravita nell’orbita della famiglia Ponzio/Pulicani. Gianfranco Ponzio, in particolare, è lo storico factotum e fedelissimo di Tonino Gentile. Una sorta di longa manus del potente germano nella politica rendese. Infatti è stato consigliere comunale nella città del Campagnano ed è poi stato eletto consigliere provinciale, oltre ad avere ricoperto l’incarico di segretario provinciale di Forza Italia ai tempi in cui i Gentile erano più azzurri di Berlusconi. Oggi come ieri: Ponzio negli ultimi anni ha scelto un profilo più basso. Adesso in prima fila c’è la moglie, Annarita Pulicani, che è consigliere comunale proprio a Rende e con i suoi voti ha contribuito alla vittoria del sindaco Marcello Manna, ovviamente sponsorizzato dai Gentile.
Tutto torna, nella politica e nella sanità cosentina.
La Seatt, tra l’altro, sembra una cooperativa in salute, con in organico una novantina di dipendenti tra cui diversi parenti o sodali di esponenti del centrodestra bruzio.Cambia tutto: cioè niente, gattopardianamente parlando.

Fonte:http://www.corrieredellacalabria.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.