contatore stats Pomeriggio di fuoco a Zumpano | TUTTOCOSENZA

subscribe: Posts | Comments

 

Antichi Delitti – Pomeriggio di fuoco a Zumpano

Zumpano

Sette punti e tre di buon gioco fanno dieci e ventuno li avevamo, abbiamo vinto! – è il pomeriggio del 23 aprile 1920, Silvio Alfano, Giorgio Giudice, Luigi Covelli e Raffaele Bernaldo stanno giocando a tressette nella cantina gestita da Salvatore Caruso a Zumpano. Finita la partita, al gruppo di giocatori si uniscono altri amici per fare il padrone e sotto e bere il litro di vino messo come posta al gioco.

– Cinque sette e nove, diciassette e diciannove, scupa a ottu e scupa a nove, vintitri e trentunu a culure… – Silvio Alfano cantilena, dopo aver dato le carte, la regola per stabilire chi sarà il padrone del vino.

– No, hamu ‘e fare vintunu e no trentunu – protesta Luigi Covelli dopo aver dato un’occhiata alle sue carte.

– ‘A regola è trentunu, ‘un rumpere ‘u pasticciotto – lo riprende il primo.

– E mò facimu vintunu.

– Iu tiagnu diciannove ma fallu tu ‘u patrune… – Silvio Alfano sa che Luigi è un tipo pericoloso e lascia perdere, così padrone del vino è Covelli….CONTINUA A LEGGERE 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.